Fisica dell’edificio e certificazioni

Il risparmio energetico e la tutela del clima sono nuove importanti sfide per rispondere in modo rapido e appropriato alle attuali esigenze ambientali.

E’ chiaro che il futuro dell’edilizia è strettamente legato alla sua stessa capacità di innovarsi, lavorando in sinergia con l’attuale tendenza dell’efficienza energetica. In questo contesto, la certificazione energetica diventa lo strumento giusto per orientare le azioni volte a migliorare l’efficienza energetica degli edifici.

La certificazione energetica è un processo volto a individuare le caratteristiche di energia relative a un edificio o a un impianto.

Il team Biobyte comprende diversi professionisti abilitati per la valutazione della certificazione energetica degli edifici e in grado di rilasciare il certificato energetico stesso. Noi mettiamo a disposizione del cliente il nostro know-how e la nostra esperienza per migliorare le prestazioni energetiche dell’edificio attraverso preziose valutazioni che consentono di ottenere la soluzione più funzionale.

Biobyte è socia del Green Building Council Italia e il suo team comprende consulenti Leed a disposizione per una consulenza in questo ambito.

Biobyte supporta i suoi clienti con i seguenti servizi, che includono:

• realizzazione di una pre-valutazione al fine di determinare il potenziale del vostro manufatto edilizio rispetto a una certificazione LEED;

• consulenza con tutte le parti partecipanti al progetto al fine di ottimizzare la progettazione per una migliore tenuta LEED;

• preparazione delle prove richieste.

Biobyte è anche in grado di valutare un oggetto architettonico su una più ampia gamma di certificazioni sulla base delle normative regionali e/o nazionali.

Costruzione energeticamente efficiente

L’edilizia verde riunisce una vasta gamma di pratiche, tecniche e competenze per ridurre fino a eliminare gli impatti degli edifici sull’ambiente e sulla salute umana.

Biobyte approfondisce i progetti e gli obiettivi con precisione. Attraverso controlli energetici, valutazioni del ciclo di vita dell’edificio, studi del consumo o delle impronte di carbonio, istituiamo precise linee di base in modo che i clienti possano stabilire e definire a loro volta gli obiettivi da conseguire, esaminarne la fattibilità e tenere traccia dei progressi durante ogni fase.

La legislazione nazionale ed europea in materia di risparmio energetico che si applica agli edifici e il rendimento energetico nell’edilizia (EPBD) sta diventando sempre più stringente alla luce dei cambiamenti climatici. I legislatori stanno cercando di ottenere una diminuzione costante del consumo di energia, soprattutto nel corso della gestione degli edifici.

La sostenibilità di un edificio abbraccia non solo l’efficienza energetica, è oggetto di considerazioni olistiche, e include cose come il ciclo di vita, l’ecologia, l’economia, la funzione e la tecnologia, tra le altre cose. Basata su un forte aumento della domanda, la sostenibilità degli edifici si è inizialmente diffusa per integrare una progettazione coscienziosa con una certificazione ufficiale (ad esempio LEED, BREEAM, ecc…) con l’obiettivo di aggiungere valore e aumentare il profitto.

La priorità dell’efficienza energetica nel processo di progettazione rende possibile la costruzione di edifici di alta qualità con ridotto consumo energetico totale.

Questi edifici offrono quindi il punto forte costituito da costi ottimali, se si considera il loro ciclo di vita complessivo, caratteristica che porta a buone commerciabilità e sostenibilità, che viene ulteriormente rafforzata da un elevato grado di comfort per l’utilizzatore e dal valore intrinseco nel lungo periodo, in quanto offre agli investitori un buon ritorno.

Efficienza energetica nelle ristrutturazioni

La maggior parte delle unità edilizie esistenti è caratterizzata da consumi energetici legati al riscaldamento molte volte superiori rispetto ai livelli consentiti alle nuove costruzioni, se si considerano le superfici vivibili riscaldate, secondo le attuali normative di risparmio energetico. Riduzioni considerevoli di emissioni di CO2 sono irraggiungibili senza l’applicazione di misure di risparmio energetico anche sugli edifici esistenti.

Queste misure comprendono l’isolamento termico dell’involucro dell’edificio (finestre, pareti esterne, tetti, solai) che, insieme all’utilizzo di impianti più efficienti dal punto di vista energetico, possono tagliare i consumi energetici degli edifici ristrutturati.

Biobyte fornisce il supporto per la vostra proprietà con i seguenti servizi chiave:

• fisica dell’edificio e indagine tecnica della costruzione;

• esecuzione di test/misurazioni fisiche (ad esempio termografie, blower door test, misure di temperatura e umidità);

• definizione di un piano per migliorare l’efficienza energetica, coinvolgendo aspetti economici, legali, di progettazione edilizia e di ingegneria impiantistica;

• calcolo dello spessore e della tipologia di isolamento richiesto, tenendo conto delle specificità costruttive della costruzione esistente, così come di tutte le eventuali disposizioni esistenti di conservazione storica;

• pianificazione specifica dettagliata e consulenza sull’eventuale possibilità di implementare le strutture.

Protezione termica e all’umidità

Affianchiamo gli architetti nella fase di progettazione costruttiva degli strati isolanti dell’involucro della costruzione, così come nella scelta di tutti i suoi componenti, in modo che il sistema di riscaldamento e gli altri impianti tecnici possano essere energeticamente efficienti e in grado di mantenere la temperatura corretta ed evitare la formazione di condensa. Forniamo anche consigli sulla diffusione del vapore nei componenti edilizi, in modo da evitare innalzamenti indesiderati di umidità.

Indagini sui ponti termici

Le carenze prestazionali localizzate o l’indebolimento di uno strato termoisolante sono descritti come ponti termici. Nascono in punti dove l’isolamento termico interno è stato interrotto in corrispondenza dell’intersezione con la soletta, la chiusura verticale o pareti interne.

Quando si tratta l’efficienza energetica di antichi edifici in ristrutturazione con facciate strutturali che sono classificate come monumenti storici, l’isolamento termico è spesso montato sul lato interno della parete perimetrale.

Quando le temperature esterne sono basse, l’area del ponte termico può raffreddarsi nell’estensione di superficie interna del componente edilizio dove si crea “condensazione”: l’umidità dell’aria interna crea condensa sulla superficie.

Dal punto di vista della progettazione, i ponti termici non possono essere completamente evitati, e non causano sempre danni in tutti i casi. In fase di progettazione, utilizziamo metodi di calcolo e strumenti specifici per indagare e fornire soluzioni mirate per i punti critici.

Termografia

La mappatura termica è uno strumento importante sia quando si trattano le ristrutturazioni che la costruzione di nuovi progetti. Essa è in grado di fornire informazioni circa la presenza di ponti termici e perdite.

La termografia è uno strumento essenziale per misurare le temperature superficiali delle componenti edilizie nei punti critici, dell’intera facciata, di spazi interni o di dettagli selezionati.

Biobyte utilizza la più moderna ed efficiente tecnologia a infrarossi.